Le tre componenti dell’Amore e la Teoria Triangolare

di

A cura della Dottoressa Anna Chiara Venturini, Psicologa, Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale a Roma.

Da cosa dipende l’attrazione tra le persone? Secondo Festinger e la sua teoria del confronto sociale, si è attratti da chi nel confronto con gli altri, ci somiglia di più per capacità e atteggiamento. Per Homans invece, per la sua teoria dello scambio sociale, le persone si attraggono sulla base di una valutazione più o meno consapevole in termini di costi-benefici. In realtà, una delle teorie da sempre più affascinanti a riguardo, è quella sulla triangolazione dell’amore, elaborata da Sternberg. Questa, infatti, fornisce una visione più ampia ed esauriente della tematica amorosa, attraverso una disamina basata sulla metafora generica del triangolo ( applicata utilizzando come vertici, fattori diversi in base all’argomento), così da facilitare la comprensione e la riflessione.
Vediamola più da vicino
Sebbene per ciascuno di noi abbia un significato profondamente diverso, secondo Sternberg esistono tre componenti fondamentali dell’amore: intimità, coesione e decisione-impegno.

Per intimità si intendono quei sentimenti di affinità, unione e confidenza che rendono il rapporto unico. Vede la condivisione di emozioni e sentimenti, oltre ad esperienze di vita. L’altro è una presenza importante che sostiene la nostra crescita.

La componente della coesione indica il grado di vicinanza e condivisione nel rapporto, implicando convergenza di progetti ed interessi.

Per decisione-impegno si intende, infine, la componente costituita per l’appunto da due componenti: decisione di amare qualcuno ( elemento a breve termine) e impegno nel mantenere la relazione ( elemento più a lungo termine). Questi due aspetti non sono inscindibili poiché non sempre la decisione comporta impegno e l’impegno non è sempre conseguenza della decisione.

componenti amoreCome possiamo notare, questo triangolo rimanda più ad una dimensione cognitiva, riflessiva, emotiva (la capacità di comunicare, l’attrazione fisica, il piacere di stare insieme, gli interessi in comune, la capacità di ascoltare, il rispetto reciproco. Accanto a questo, Sternberg ne propone uno in cui, ad ogni componente dell’amore corrispondono delle azioni e non solo pensieri. Avremo quindi come componenti:
Intimità: comunicazione reciproca di sentimenti, sostegno emotivo e condivisione del proprio tempo
Passione: contatto fisico, attrazione fisica, desiderio sessuale.
Decisione-Impegno: le azioni volte a trovare un compromesso valido tra esigenze e aspirazioni proprie e del partner.
L’amore è dato dalla presenza di queste 3 componenti in contemporanea.

Dalle diverse combinazioni di queste, derivano 8 possibili tipi di relazione.

teoria triangolare amore psicoterapeuta roma

Non amore: assenza di tutte e tre le componenti; si tratta della modalità che caratterizza la maggior parte dei nostri rapporti interpersonali, dove non c’è amore né amicizia e sono relazioni casuali e funzionali.

Simpatia: c’è la sola intimità; confidenza, calore ma non passione. Sono le caratteristiche tipiche dell’amicizia.

Infatuazione: è presente la sola passione; sono le caratteristiche dell’amore a prima vista, con l’idealizzazione dell’altro che può arrivare fino all’ossessione.

Amore vuoto: fatto solo di decisione-impegno. E’ un amore stagnante, routinario, in cui non c’è più il dialogo dell’intimità, né la passione. A volte è l’evoluzione di matrimoni che durano da molto tempo dove si resta insieme solo per la “promessa” fatta scambiandosi gli anelli.

Amore romantico: c’è intimità e passione. Tipica delle grandi storie d’amore letterarie o delle avventure estive: c’è vicinanza, attrazione, ma non si può parlare di progettualità o perchè nessuno dei due la desidera o perché non è possibile a causa di circostanze esterne.

Amore fatuo: c’è passione e impegno ma non intimità. Si è travolti dalla passione ma alla base non c’è la conoscenza emotiva su cui costruire l’intimità. E’ caratteristico delle relazioni in cui ci si sposa poco dopo essersi conosciuti, sull’onda dell’attrazione, per poi rendersi conto che manca tutto il resto.

Sodalizio d’amore: è un amore-amicizia come si ritrova nei rapporti di lunga durata, dove la passione si è spenta ma resta l’intimità e l’impegno.

Amore completo e vissuto: è l’amore che tutti sognano. E’ difficile farne esperienza come è difficile mantenere vivo il rapporto, poiché presuppone una costante assunzione di responsabilità.

Ottenere una relazione completa e appagante è un lavoro continuo, non un semplice obiettivo da raggiungere. In quest’ottica, un importante indice predittivo della felicità di coppia è dato dalla coincidenza dei triangoli reali e ideali dei due partner. Il triangolo ideale passivo, rappresenta il tipo di rapporto che un individuo vorrebbe avere (quello che si desidera dall’altro), mentre il triangolo reale indica il rapporto che sta vivendo ( i sentimenti effettivamente percepiti dall’altro). Nel momento in cui non c’è corrispondenza tra questi, la relazione è fonte di insoddisfazione e frustrazione.
La psicologia sociale ha cercato nel tempo di fornire spiegazioni sufficientemente esaustive riguardo il fenomeno dell’attrazione interpersonale. Tuttavia, essendo suscettibile di profonde differenziazioni culturali, ideologiche e individuali, è pressochè impossibile fornire una risposta definitiva. Da sempre la teoria di Sternberg ha suscitato interesse per la sua immediatezza e capacità esplicativa riguardo un tema così vasto e difficile da descrivere. Quello che è importante evincere, non è però la differenziazione tra i vari tipi di amore, quanto invece l’accento posto sulle 3 componenti fondamentali, quale intimità, impegno e passione: elementi cardine per un amore completo, sano e vissuto all’insegna della reciprocità e della crescita come individui e come coppia.

 

Bibliografia

– Gocci G., Occhini L. (1996), Appunti di Psicologia Sociale, Guerini Scientifica.- Sternberg R. (1986), “A triangular theory of Love”,

– Psychological Review, 83, pp.119-135.- Sternberg R., Barnes M.L. (a cura di) (1990), La psicologia dell’Amore, Bompiani.

 

Potrebbe anche interessarti: “E’ capitato di nuovo!” Quando gli Schemi Cognitivi si ripetono e diventano trappole della mente”

 

Per conoscere i vari Workshop di Psicotime in programma a Roma, vai nell’apposita sezione dedicata ai Workshop e Corsi, oppure clicca qui

Per contattare la Dottoressa Venturini, vai nell’apposita sezione Contatti, oppure cliccando qui