I diritti assertivi: spezzare le catene per ritrovare la propria dignità

di

diritti assertivi psicoterapia autostima romaA cura della Dottoressa Anna Chiara Venturini, Psicologa Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale a Roma

I diritti assertivi comprendono il rispetto di se stessi, delle proprie esigenze, sentimenti e convinzioni. Tali diritti sono necessari per costruire sentimenti e pensieri positivi come l’autostima e la fiducia. Riconoscerli e rispettarli significa anche riconoscerli e rispettarli negli altri. Essere assertivi non è facile, costa sacrificio ed esercizio costante al fine di ottenere risultati soddisfacenti. Importante è, comunque, iniziare a praticarli, se non tutti insieme, anche uno alla volta. Come si è riusciti superarne uno, passare a quello successivo. Come recita un aforisma zen “un cammino è fatto di mille passi”. Incominciamo, un passo alla volta, a fare il cammino verso l’assertività. In sintesi, si può dire che l’assertività, tenendo presenti i propri obiettivi ed interessi, è la manifestazione più immediata e diretta di emozioni, sentimenti, esigenze e convinzioni personali, ma bilanciando, a seconda delle circostanze, l’aggressività e la passività, in modo da ottenere il miglior vantaggio o il minor svantaggio per se stessi, sia nel breve che nel lungo termine.

  • Il diritto di agire allo scopo di garantire la propria dignità. La propria felicità, e soddisfazione, di raggiungere i propri scopi e progetti senza violare i diritti degli altri.
  • Il diritto di avere e manifestare sentimenti ed emozioni
  • Il diritto di chiedere aiuto
  • Il diritto di chiedere informazioni
  • Il diritto di dire no senza sentirsi in colpa
  • Il diritto di dire non so
  • Il diritto di sbagliare
  • Il diritto di cambiare idea
  • Il diritto di prendersi il tempo necessario prima di dare una risposta
  • Il diritto di fare meno di quello che è il proprio limite dell’umanamente possibile
  • Il diritto di sentirsi bene con noi stessi indipendentemente dalle condizioni o dalle opinioni altrui, senza sentirsi in colpa
  • Ed ancora, il diritto….
  • di fare qualsiasi cosa, purché non danneggi nessun altro.
  • di mantenere la propria dignità agendo in modo assertivo, anche se ciò urta qualcun altro, a condizione che il movente sia assertivo e non aggressivo
  • di fare richieste ad un’altra persona, dal momento che riconosco all’altro l’identico diritto di rifiutare
  • di ridiscutere il problema con la persona interessata, e di giungere a un chiarimento
  • di attuare i propri diritti ed al rispetto altrui dei propri diritti
  • ad avere idee, opinioni, punti di vista personali e non necessariamente coincidenti con quelli degli altri
  • a che le proprie idee, opinioni e punti di vista siano quanto meno ascoltati e presi in considerazione (non necessariamente condivisi) dalle altre persone
  • ad avere bisogni e necessità anche diverse da quelle delle altre persone
  • a provare determinati stati d’animo ed a manifestarli in modo assertivo se si decide di farlo
  • di commettere degli errori, in buona fede
  • di decidere di sollevare una determinata questione o, viceversa, di non sollevarla
  • di essere realmente se stessi, anche se questo significa a volte contravvenire a delle aspettative esterne
  • di essere trattato con rispetto e dignità
  • di essere ascoltato e di essere preso sul serio
  • di valutare i propri bisogni, di stabilire priorità e prendere decisioni personali
  • di chiedere ciò che si ritiene più giusto e opportuno, nel rispetto del reciproco diritto a rifiutare dell’interlocutore
  • di cambiare
  • di ottenere ciò per cui si è pagato
  • di essere indipendente
  • di decidere cosa fare delle cose di propria esclusiva pertinenza (corpo, tempo), senza ledere i diritti altrui
  • di centrare i propri obiettivi e di avere successo
  • di provare piacere
  • al riposo e all’isolamento
  • di cimentarsi nelle attività che si ritengono utili, stimolanti e funzionali al proprio benessere
  • di dare alla propria vita un’impronta personale
  • di amare e di essere amato secondo la propria autentica inclinazione
  • di non subire ricatti emotivi
  • di scegliere modalità e tempi per esprimere i propri sentimenti di affetto e di fedeltà
  • di sviluppare una propria personale credenza nei valori trascendentali

 

Per conoscere i vari Workshop di Psicotime in programma Roma, vai nell’apposita sezione dedicata ai Workshop e Corsi, oppure clicca qui

Per contattare la Dottoressa Venturini, vai nell’apposita sezione Contatti, oppure cliccando qui