Gestione dello stress: 25 regole per ritrovare il proprio Ben-Essere

di


A cura della Dottoressa Anna Chiara Venturini Psicologa Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale a Roma

GESTIONE DELLO STRESS : 25 REGOLE PER VINCERLO 

  1. Semplifica al massimo la tua vita, evitando di sobbarcarti compiti che puoi tranquillamente delegare ad altri.
  2. Coltiva interessi che ti divertono e ti appassionano, rifuggendo quanto ti annoia e ti crea disagio psicologico, che è fonte di stress.
  3. Impara a dire di no a tutti coloro che chiedono troppo da te. Impara a dire di no, in particolare, quando non desideri soddisfare una determinata richiesta.
  4. Abituati a eseguire alcune respirazioni lente e profonde ogni volta che ti trovi in coda nel traffico o sei costretto ad aspettare qualcuno o qualcosa.
  5. Dai libero sfogo alla tua rabbia quando qualcuno ti irrita pesantemente: sbattere una porta, urlare, affermare le proprie ragioni è un’esigenza vitale che va assecondata.
  6. Ogni giorno programma una cosa che ti dia piacere e gratificazione: andare al cinema, uscire per guardare le vetrine, fare un acquisto anche inutile.
  7. Parla delle tue preoccupazioni con gli amici più cari o, in mancanza di questi, scrivile in un diario o nella tua agenda.
  8. Ricorda sempre che le faccende noiose e le situazioni che creano ansia devono essere affrontate nel più breve tempo possibile: è meglio viverle subito anziché preoccuparsene per ore o, peggio, per giorni.
  9. Sorridi spesso, sorridi a tutti. Ti sentirai più di buonumore e ti piacerà scoprire come la gente reagisce positivamente al sorriso.
  10. Fai sempre una sola cosa alla volta, mantenendo la mente concentrata su quanto stai facendo, senza pensare al prima e senza pensare al poi.
  11. Non permettere ai sensi di colpa di avvelenarti costantemente la vita: non sta scritto da nessuna parte che sei costretto a soddisfare le esigenze di tutti quelli che ti circondano.
  12. Impara bene un certo numero di tecniche di rilassamento e mettile in atto alternativamente ogni volta che puoi. Effettua spesso anche l’automassaggio.
  13. Vogliti bene e dimostra a te stesso che ti ami, prima focalizzando quanto ti procura realmente benessere e piacere, e poi agendo in modo da ottenerlo.
  14. Abituati a pensare in positivo, poiché non esiste una situazione negativa in assoluto. Convinciti di ciò e poi esercitati a trovare l’aspetto vantaggioso di qualsiasi circostanza.
  15. Proibisciti di pensare continuamente a tutto ciò che di negativo potrebbe accadere: se stai bene, non è automatico che la cosa sia destinata a peggiorare; ci sono anzi buone probabilità che migliori ulteriormente.
  16. Vivi le situazioni per quello che sono e non in funzione di altre situazioni. Per esempio, quando senti il bisogno di uscire a passeggio, non giustificare subito l’impulso pensando che così puoi approfittarne per passare alla posta a pagare la bolletta. Esci a passeggio e basta.
  17. Cerca di trarre sempre almeno una piccola soddisfazione da quanto stai facendo: ogni azione, anche la più modesta, produce un risultato e, quindi, ha un valore di per sé.
  18. Affronta le scelte autonomamente e non per compiacere qualcuno. Avrai meno rimpianti e meno rancori, perciò ridurrai lo stress.
  19. Non trascurare, per nessuna ragione, il tuo aspetto fisico. Abbi cura della tua igiene personale e scegli abiti adatti alla tua personalità, nei quali ti senti a tuo agio.
  20. Non rinunciare a gratificarti acquistando qualcosa di futile che desideri da tempo o che ti attira particolarmente. I soldi devono servire a migliorare la qualità della vita e, tranne in situazioni particolari, qualche spesa solo per te non può farti che bene.
  21. Canta ogni volta che puoi, anche se sei stonato. È una pratica liberatoria che aiuta a scaricare la tensione in modo naturale.
  22. Approfitta di qualsiasi occasione per ridere. Non vergognarti di ridere e di cercare l’opportunità per farlo. Anche le risate sono ottimi anti stress naturali.
  23. Fai una pausa non appena l’attività che stai svolgendo determina in te un vago senso di inquietudine. Alzati, bevi un caffè o una bibita e fai due passi. Lo stacco, anche se si protrae per poco tempo, è rigenerante e rende il lavoro più proficuo.
  24. Conserva in qualche angolo della casa oggetti che risvegliano in te le emozioni di quando eri bambino (bambole, peluche, palle di vetro con la neve e così via) e osservale quando sei sotto stress. Esercitano un’azione rilassante.
  25. Stai alla larga dalle persone negative. È una condizione essenziale per evitare di entrare nella spirale perversa della suggestione e accumulare stress.

 

Bibliografia

Dale Carnegie, “Come vincere lo stress e cominciare a vivere”, Bompiani, 1994-2013

 

Potrebbe interessarti anche “Che stress!”: riconoscere e gestire un’emozione particolare”

Per conoscere i vari Workshop di Psicotime in programma a Roma, vai nell’apposita sezione dedicata ai Workshop e Corsi, oppure clicca qui

Per contattare la Dottoressa Venturini, vai nell’apposita sezione Contatti, oppure cliccando qui