Disturbo Narcisistico di Personalità: criteri diagnostici

di

A cura della Dottoressa Anna Chiara Venturini, Psicologa Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale a Roma

Criteri diagnostici per il Disturbo Narcisistico di Personalità secondo il DSM IV

Il disturbo narcisistico di personalità è un disturbo della personalità il cui sintomo principale è un deficit nella capacità di provare empatia verso altri individui. Caratterizzato da una particolare percezione di sé del soggetto definita “Sé grandioso”. Comporta un sentimento esagerato della propria importanza e idealizzazione del proprio sé ( sebbene finta) e difficoltà di coinvolgimento da un punto di vista affettivo. La persona manifesta una forma di egoismo profondo di cui non è, di solito, consapevole, e le cui conseguenze sono tali da produrre nel soggetto sofferenza, disagio sociale o significative difficoltà relazionali e affettive.

La diagnosi secondo il criterio DSM IV richiede che almeno cinque dei seguenti sintomi siano presenti in modo tale da formare un pattern pervasivo, cioè che rimane tendenzialmente costante in situazioni e relazioni diverse:

  1. Un quadro pervasivo di grandiosità (nella fantasia o nel comportamento), necessità di ammirazione e mancanza di empatia, che compare entro la prima età adulta ed è presente in una varietà di contesti, come indicato da cinque (o più) dei seguenti elementi:
  • ha un senso grandioso di importanza (per es., esagera risultati e talenti, si aspetta di essere notato come superiore senza una adeguata motivazione;
  • è assorbito da fantasie di illimitati successo, potere, fascino, bellezza, e di amore ideale;
  • crede di essere “speciale” e unico, e di dover frequentare e poter essere capito solo da altre persone (o istituzioni) speciali o di classe elevata;
  • richiede eccessiva ammirazione;
  • ha la sensazione che tutto gli sia dovuto, cioè, la aspettativa di trattamenti di favore o di soddisfazione delle proprie aspettative;
  • sfruttamento interpersonale, cioè, si approfitta degli altri per i propri scopi;
  • manca di empatia: è incapace di riconoscere o di identificare sentimenti e le necessità degli altri;
  • è spesso invidioso degli altri, o crede che gli altri lo invidino;
  • mostra comportamenti o atteggiamenti arroganti e presuntuosi.

Bibliografia

Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders (DSM-V), Raffaello Cortina, 2014

Per conoscere i vari Workshop di Psicotime in programma Roma, vai nell’apposita sezione dedicata ai Workshop e Corsi, oppure clicca qui

Per contattare la Dottoressa Venturini, vai nell’apposita sezione Contatti, oppure cliccando qui